La mia idea di NOVECENTO: no mostre “BLOCKBUSTER”

di Francesca Cagianelli

“Ricominciare a fare mostre serie, riscoprire il territorio italiano”, questo l’augurio di Tomaso Montanari, che francamente ci sembra il migliore monito per una politica culturale che riesca a tragittare curatori e istituzioni fuori dai pelaghi del provincialismo artistico e che da parte mia ho integralmente assunto, come curatrice, proprio perchè insofferente di quella sciatteria scientifica che spesso sottende iniziative espositive di gran lunga più fortunate delle mie, “imposte da società di produzione private e subìte da amministrazioni pubbliche allo sbando”.
Mi sono incamminata lungo un percorso complesso, dove gli scarsi frammenti di testimonianze non consentivano a prima vista un orizzonte delineato, ma progressivamente scoperte, rivelazioni, acquisizioni, faticosamente reperite e collazionate, hanno riportato un orizzonte luminoso, carico di certezze, di armonia, di bellezza.
Le mille anime del 900 ci attendono, letteralmente, dall’oscurità e come curatrice mi sono imposta di riportarle alla luce, ma spesso l’impossibilità di procedere senza sostegno o legittimazione alcuni ha reso e ora più che mai rende problematica, se non inattingibile, questa missione.
Spesso defatigata da quella “Business Art” stigmatizzata da Montanari, in quanto responsabile dell’affermazione di un “mostrismo” di marca nazionalpopolare, gestito pressochè esclusivamente sulla base delle necessità imposte dalla logica dei vari anniversari e quindi privo delle dovute coordinate critico-filologiche, caratterizzato altresì da roboanti prestiti stranieri, inevitabilmente ottenuti in cambio di fees elevatissimi, mi sono spesso interrogata sull’opportunità di insistere nella mia strategia, solida ma silenziosa, eroica ma sfortunata, di riscoperta e valorizzazione del Novecento sommerso.
Vince tuttavia ad oggi, nelle mie prospettive, l’ambizione di imporre un Novecento diffuso, ancora in larga parte inedito, ma le cui fila, se opportunamente ritessute, siano in grado di prospettare magnificenze davvero insospettabili.
Serve senza dubbio quella ricchezza intellettuale e quell’etica curatoriale che oggi stanno diventando merce rara di fronte a quella mercificazione delle mostre così egregiamente riassunta da Giovanni Agosti in termini di “produzioni (…) pensate in fretta e realizzate ancor più in fretta, sui tempi spiccioli della politica, o prodotti importati a pacchetto dalle società di servizio in combutta con gli editori”.
E se spesso, in risposta alle prestigiose e autorevoli proposte espositive da me avanzate, sembrano provenire quasi esclusivamente da una parte pronunciamenti di scetticismo, dall’altra una pervicace ostentazione di mastodontici piani plurienneali, non ho mai ritenuto opportuno abbandonare le sorti di quei tanti protagonisti del Novecento che ci tendono le braccia per riemergere dall’oscurità, tra carriere problematiche, difficoltà commerciali, progetti espositivi senza eco, ambizioni non corrisposte.
Protagonisti senz’altro autorevoli, forse all’epoca insigniti addirittura di pari opportunità rispetto a coloro che invece, col trascorrere delle stagioni critiche, sono stati diversamente baciati dal mercato dell’arte, protagonisti cui noi storici, oggi, abbiamo il dovere di restituire tutte quelle occasioni mancate finora dalla storia e da quello stesso mercato che li ha penalizzati.
Ebbene è proprio a quelle miriadi di trascorse ambizioni di tanti protagonisti cancellati in nome delle cosiddette “mostre blockbuster”, che si vuole rispondere con una nostra personale, attuale, ambizione: quella di saper convertire le istituzioni culturali a un altro Novecento.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...