Archivi tag: Dario Ballantini

DECOLLA LA PINACOTECA COMUNALE CARLO SERVOLINI

CLAMOROSO SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA MOSTRA DI GIANCARLO COCCHIA CURATA DA FRANCESCA CAGIANELLI ALLA PINACOTECA COMUNALE CARLO SERVOLINI: OLTRE 200 PERSONE AD APPLAUDIRE IL RITORNO SULLA SCENA DI COCCHIA, PROTAGONISTA DELLE AVANGUARDIE DEGLI ANNI CINQUANTA A LIVORNO.
STANDING OVATION PER DARIO BALLANTINI
E ORA AL VIA IL CALENDARIO DEGLI EVENTI COLLATERALI.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

DECOLLA LA PINACOTECA COMUNALE CARLO SERVOLINI

CLAMOROSO SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA MOSTRA DI GIANCARLO COCCHIA CURATA DA FRANCESCA CAGIANELLI ALLA PINACOTECA COMUNALE CARLO SERVOLINI: OLTRE 200 PERSONE AD APPLAUDIRE IL RITORNO SULLA SCENA DI COCCHIA, PROTAGONISTA DELLE AVANGUARDIE DEGLI ANNI CINQUANTA A LIVORNO.
STANDING OVATION PER DARIO BALLANTINI
E ORA AL VIA IL CALENDARIO DEGLI EVENTI COLLATERALI.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

COLLESALVETTI RIPARTE CON LE AVANGUARDIE

GIANCARLO COCCHIA 1924 – 1987
UN MISTICO VERSO LE AVANGUARDIE
NEGLI ANNI DEL PREMIO MODIGLIANI E DEL GRATTACIELO

mostra promossa da
Comune di Collesalvetti

a cura di Francesca Cagianelli

PINACOTECA COMUNALE CARLO SERVOLINI
Via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti

inaugurazione
martedì 2 settembre 2014, ore 18.00

in occasione della Fiera di Collesalvetti

in coincidenza con il 90° dalla nascita

interverranno

Lorenzo Bacci – Sindaco del Comune di Collesalvetti
Donatella Fantozzi – Assessore alla Cultura del Comune di Collesalvetti
Francesca Cagianelli – curatrice della mostra

Parteciperà all’evento Dario Ballantini, allievo di Giancarlo Cocchia
intervistato da Lara Loreti

2 settembre – 3 novembre 2014
tutti i giovedì, ore 16.00 – 18.00

Martedì 2 settembre 2014 alle ore 18.00 si inaugura alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini la mostra “Giancarlo Cocchia (1924-1987), un primitivo delle avanguardie negli anni del Grattacielo e del Premio Modigliani”, promossa dal Comune di Collesalvetti, realizzata in occasione della Fiera di Collesalvetti e in coincidenza con il 90° dalla nascita, curata da Francesca Cagianelli.
Le ragioni di una mostra dedicata a Cocchia coincidono con l’ormai improrogabile esigenza di promuovere le avanguardie degli anni Cinquanta a Livorno e al contempo con la mission di infittire i focus dedicati agli artisti dei Servolini: tra le opere più significative della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini campeggia infatti una Cattedrale di Giancarlo Cocchia.
Protagonista delle avanguardie livornesi, sempre comunque con una pronunciata vocazione primitivista, Cocchia, formatosi all’Accademia di Brera, vive a Livorno la complessa stagione figurativa sviluppatasi in seno al Grattacielo, alla Casa della Cultura e al Premio Modigliani.
Nominato nella giuria del IV Premio Modigliani, insieme a Vitaliano De Angelis, Felice Casorati, Umberto Mastroianni, Ernesto Treccani e invitato nel 1967 all’VIII edizione dello stesso Premio, tra gli anni Cinquanta e Sessanta risulta al centro del turnover espositivo ufficiale, basti pensare alla monografica allestita alla Casa della Cultura nel 1953, alla partecipazione alla prima Vetrina del Grattacielo del 1957, all’esposizione presso la Galleria Giraldi nel 1961 nelle fila degli artisti del Gruppo “Arte Libera”, e soprattutto al coinvolgimento nell’iniziativa promossa dal Grattacielo nel 1962 sull’arte astratta
Un articolato percorso espositivo di 50 opere inedite, tra dipinti, tecniche miste e incisioni, illustra esaustivamente la coltissima statura creativa di Cocchia, dapprima intento a ripercorrere gli apici dell’espressionismo europeo, in primis il Blaue Reiter, quindi proiettato verso una drammatizzazione delle tematiche sacre nel clima di un primitivismo modernizzato da tentazioni astrattiste.
Nel corso della mostra si terrà un fitto calendario di iniziative culturali, inaugurato da una conversazione tra Francesca Cagianelli e l’artista Paolo Diara sui temi delle avanguardie in Toscana (sabato 6 settembre 2014, ore 17.00) e quindi da appuntamenti monografici volti a celebrare i diversi protagonisti del rinnovamento artistico a Livorno, con conferenze incentrate sull’esposizione e sulla lettura critica di un’opera d’arte.
Il primo appuntamento consisterà nella conferenza di Pardo Fornaciari, prevista per giovedì 11 settembre, ore 17,00, dal titolo “Pierino Fornaciari 1918-2009, il partigiano delle avanguardie: dal realismo socialista all’astrattismo”.
Seguiranno focus monografici dedicati a Osvaldo Peruzzi, Ferdinando Chevrier, Mario Ferretti.
Sulla pagina facebook della Pinacoteca sarà possibile consultare il catalogo delle opere, curato da Francesca Cagianelli, in collaborazione con Evelina Diara, autrice della campagna fotografica, e Luca Arpaia, responsabile dell’archiviazione digitale.

CLICCA MI PIACE SULLA PAGINA FACEBOOK DELLA PINACOTECA COMUNALE CARLO SERVOLINI

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized