Archivi tag: mostre

DIECI PICCOLI INDIANI

Tra poco un’attualizzata rilettura dei Dieci piccoli indiani tagliata sulle astruserie della gestione dei beni culturali nei nostri territori

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

CULTURA: MENO ACCADEMIA, PIU’ MANAGERIALITA

Al Cinema La Gran Guardia nuova presentazione di Livorno Cruciale
e tavola rotonda
“I luoghi della rinascita tra cinema e porto: il sogno delle pari opportunità tra cultura e industria”

Il black-out mediatico tra cultura e industria a Livorno pone l’urgenza di una messa a fuoco di problematiche endemiche connaturate all’assenza di interventi da parte di certa classe imprenditoriale nel settore degli eventi d’arte.
Inutile invocare il decollo turistico della città senza neppur lontanamente tentare la costruzione di un circuito virtuoso tra i leader dell’industria locale e le emergenze culturali del territorio.
Troppo raramente abbiamo visto i nomi dell’imprenditoria labronica riprodotti con le loro icone sui manifesti pubblicitari degli eventi espositivi di Villa Mimbelli o di altre istituzioni culturali.
E le scarse occasioni in cui si è tentato di organizzare convegni sulla cultura come prospettiva imprenditoriale, vaniloqui e solipsismi non hanno sortito il benchè minimo effetto sulle coscienze e sulle strategie del nostro ‘gotha’ industriale, asserragliato su ragionamenti settoriali.
Livorno Cruciale mira all’introduzione di riflessioni alternative, coincidenti con strategie trasversali, in cui l’innovazione culturale diventa funzionale al marchio industriale attraverso modalità di comunicazione qualificate e competitive.
Pari opportunità dunque, secondo la nostra redazione, tra cultura e industria.

coordina Luca Difonzo, architetto Oficina 94

interverranno

Amedeo Belluzzi – docente ordinario di Architettura, Università di Firenze
“Il destino delle architetture dei cinema”

Enrico Mannari – direttore scientifico della Fondazione Memorie Cooperative
“Il Porto: le idee, le culture, i luoghi”

Federico Marri – docente e bibliotecario Istituto Mascagni
“Il teatro Goldoni:tempi brevi per la nuova direzione?”

Alessandro Merlo – Dipartimento di Architettura Università di Firenze
“I nuovi mecenati. Cultura e imprenditorialità”

conclude Dario Matteoni – direttore dei Musei Nazionali di Pisa

al termine coctkail cortesemente offerto da Azienda Agricola Fattoria di Celaja, via Lustignano, 4 (Loc. Cenaia) – tel. e fax. 050.643949

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Collezionismo privato e pubbliche virtù – 1° Puntata

Leggiamo ormai da settimane sulle cronache locali l’apoteosi di fantomatiche collezioni a cinque zeri, numeri da rabbrividire soprattutto se si parla di capolavori artistici.
E se non fossero capolavori?
Siamo consapevoli che con i tempi di crisi che corrono gli appetiti di accaparramento di posti ed occasioni subiscono inverisimili accelerazioni, e che quindi anche il settore dei beni culturali subisca contaminazioni di varia portata, ma si confida che proprio in questi frangenti le istituzioni riescano a porre un freno a tale fenomeno, sia in termini di trasparenza, che, soprattutto, in termini di opportunità.
Quando tuttavia si legge che è proprio l’etichetta del collezionismo a offrire lo scudo per eventi espositivi di modesto profilo culturale, ma di evidente incentivazione di casi di personalismo esasperato, è colma la misura.
La storia del collezionismo italiano ed europeo insegna che un corretto rapporto tra pubblico e privato non può esimersi da una acclarata metodologia di garanzie e di scientificità e che non vi è davvero spazio per operazioni di valorizzazione di nuclei collezionistici a scatola chiusa.
Inquieta dunque venire a conoscenza che vi sarebbero prospettive di valorizzazione in sede livornese di una collezione privata ad opera di un museo civico.
Seguiranno prossime puntate dedicate all’approfondimento di singoli collezionisti che hanno segnato la storia dell’arte italiana con la loro statura culturale e il loro rigore etico.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

CODICE ROSSO BENI CULTURALI

LE RECENTI NOTIZIE APPARSE SULLE CRONACHE LOCALI RELATIVAMENTE ALLA MALAUGURATA IPOTESI DI UNA VALORIZZAZIONE PUBBLICA DI COLLEZIONI PRIVATE IN AMBITO CITTADINO CONFERMANO L’URGENZA DI UNA RIGOROSA RIFLESSIONE SUL COLLEZIONISMO CHE VERRA’ PUBBLICATA A PUNTATE SU QUESTO BLOG.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized