Archivi tag: Vitaliano De Angelis

Il Novecento in Chiesa: ecco gli inediti itinerari in scena alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini

Sabato 20 ottobre, ore 11.00, alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini (via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti) va in onda la 3° Puntata del calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019, dal titolo “I Sabati della Pinacoteca”: La Pinacoteca tra Patrimonio e Donazioni. Il senso della grafica da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi, promosso dal Comune di Collesalvetti, ideato e curato da Francesca Cagianelli.
Sarà proprio di Francesca Cagianelli, Conservatrice della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, a curare la lezione dal titolo Attraverso le Chiese di Livorno: l’arte sacra di Vitaliano De Angelis, nell’occasione dell’apertura straordinaria prevista per la valorizzazione della mostra Vitaliano De Angelis 1916-2002. Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg (4 settembre-8 novembre 2018, tutti).
Da sempre appassionata di arte sacra, la storica dell’arte ha costruito un inedito itinerario attraverso quelle chiese cittadine che hanno offerto allo scultore la possibilità di cimentarsi con le problematiche dell’arredo sacro, a partire dalla Chiesa di Santa Maria del Soccorso per giungere alla Chiesa della Sacra Famiglia nel quartiere di Shangay.
Episodi sconosciuti al grande pubblico, assai distanti da quell’aura di “tori e giavellotti” individuata all’alba degli anni Sessanta da Aldo Santini in visita all’Atelier di De Angelis (vedi “Il Tirreno, 15 giugno 1960), comunque determinanti per la diffusione di una consapevolezza sempre più avvertita da parte delle istituzioni del nostro territorio della necessità di coinvolgere gli artisti contemporanei nelle vicende degli arredi pubblici.
Episodi da conoscere, e senz’altro da apprezzare, soprattutto in vista di una catalogazione sempre più urgente degli apporti novecenteschi alla decorazione chiesastica, grazie ai quali nel corso del Novecento gli ambienti sacri hanno potuto attualizzare il proprio assetto, rinnovando il dialogo con la comunità cittadina.
Assieme a Cesare Tarrini e a Giulio Guiggi, De Angelis è forse tra i massimi attori del rinnovamento decorativo delle chiese di Livorno, con ogni probabilità in virtù di un pregresso già prestigioso in tale settore, a partire dal conseguimento del primo Premio “La Pira” alla Mostra Interprovinciale di Arte Sacra di Firenze del 1946 con Deposizione (1945), fino alla più nota Deposizione in cemento verde del 1968 confluita nelle collezioni della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti di Firenze, riguardo alla quale Luigi Meneghelli evoca la raffinatezza plastica di un Manzù: “Come nei bassorilievi di Manzù qui pare di essere davanti ad una materia in gestazione, all’insorgere di un disegno che percorre tutta la superficie in un balletto figurale tenuto unito dall’amalgama della luce” (Quaderni “Artisti italiani d’oggi”, Edizioni d’Arte Ghelfi, Verona 1994).
Ma non stupisce che da parte di alcuni critici si parli di espressionismo, in particolare in margine a certi disegni di pertinenza sacra ascrivibili agli anni Quaranta, con riferimento al linguaggio di artisti coevi quali Piero Gauli e Luciano Minguzzi (Francesco Butturini, Linea di vita, in Vitaliano De Angelis. Disegni dal 1945 al 1999, Edizioni d’Arte Giorgio Ghelfi, Verona, 2001).

E non è un caso che Nicola Micieli, per la Crocifissione in xilografia del 1962, evochi un “sintetismo lineare di spirito gotico”, mentre per quella del 1972, eseguita a puntasecca, faccia riferimento allo schema triangolare tipico di svariate composizioni rinascimentali, pur ravvivato da un’inclinazione visionaria.
Itinerari tortuosi e complessi quelli della plastica votata al sacro, che nel corso del Novecento gli artisti tratteggiano sull’onda delle più ardite ed estreme infatuazioni, che, come nel caso di Angelis, attingono allo slancio goticheggiante per poi chiarirsi in una formulazione più armoniosamente neorinascimentale, fino a convertirsi alla vibrante essenzialità di un imperante primitivismo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Tutte le novità del programma culturale della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini 2018-2019

Sabato 29 settembre 2018, ore 11.00

Conferenza di Nicola Micieli, critico d’arte

Vitaliano De Angelis e Giulio Guiggi
Dalla competizione alla partnership:
il caso del Monumento al Villano

2° puntata

“I Sabati della Pinacoteca”
La Pinacoteca tra patrimonio e donazioni
Il senso della grafica
da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi

Calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019

promosso dal Comune di Collesalvetti

ideato e curato da Francesca Cagianelli

Pinacoteca Comunale Carlo Servolini
via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti

Sabato 29 settembre, ore 11.00, va in onda alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini (via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti) la 2° Puntata del calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019, dal titolo “I Sabati della Pinacoteca”: La Pinacoteca tra Patrimonio e Donazioni. Il senso della grafica da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi, promosso dal Comune di Collesalvetti, ideato e curato da Francesca Cagianelli.
E’ la volta di Nicola Micieli, noto critico d’arte, nonché firmatario della più recente bibliografia critica relativa a Vitaliano De Angelis, che curerà la conferenza dal titolo Vitaliano De Angelis e Giulio Guiggi. Dalla competizione alla partnership:
il caso del Monumento al Villano.
Una conferenza che punta a coniugare riflessioni scientifiche e immaginario collettivo, storiografia artistica e militanza critica, focalizzando le polemiche sorte intorno al celebre monumento pubblico realizzato da De Angelis in tandem con Giulio Guiggi.
Come non ricordare le numerose inchieste pubblicate sulle pagine del quotidiano “Il Tirreno”, dove il Monumento al Villano batte il record delle citazioni per il suo potenziale allegorico perfino rispetto a Porta San Marco, verso cui propende invece un versante dell’opinione pubblica più sensibile ai valori risorgimentali.
Un evento da non perdere quello ideato in onore del Monumento al Villano, in quanto sicuramente in grado di calamitare l’attenzione del grande pubblico sugli episodi monumentali del nostro territorio.
A confermare come si possa ottimizzare la dinamica del rapporto tra collezioni permanenti e mostre temporanee, giunge il caso di un museo quale la Pinacoteca Comunale Carlo Servolini che giunge in quest’occasione a trasformare le sue collezioni in un corpus vitale in costante evoluzione grazie anche alle donazioni pervenute ormai ciclicamente al Comune di Collesalvetti.
Ed è infatti con questo calendario che si intende riaffermare la centralità delle donazioni, come opzione vincente per incentivare, senza alcun costo, i flussi di un pubblico sempre più trasversale, attratto dal costante cambiamento delle strategie espositive e museali.

Ragioni di un Calendario e anticipazioni
Il calendario colligiano si distingue per la sua coerenza strategica rispetto al patrimonio della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, puntando alla valorizzazione di quest0ultimo tramite iniziative espositive, didattiche e promozionali.
Tra le donazioni pervenute alla Pinacoteca Carlo Servolini rifulgono quelle relative a Vitaliano De Angelis e Mimì Quilici Buzzacchi, raffinato incisore il primo, affermatosi tuttavia in ambito nazionale con la sua scultura di formula classicheggiante; pittrice e xilografa la seconda, amica di Achille Funi e Carlo Socrate e protagonista di una prestigiosa saga familiare, tra vicende storiche, politiche e culturali che corrono dalla prima alla seconda guerra mondiale.
Da una parte 10 puntesecche, due tecniche miste e una scultura di Vitaliano De Angelis, dall’altra 4 xilografie, confluiranno nel patrimonio della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini grazie all’autorevole e pluriennale attività espositiva promossa dal Comunale di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli.
Numerosi gli interventi nell’ambito del Calendario 2018-2019, che vedranno, oltre che la partecipazione di Francesca Cagianelli, in qualità di Conservatrice della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, anche del critico d’arte Nicola Micieli, del Professor Stefano Alpini dell’Università degli Studi di Pisa, del Professor Vieri Quilici, architetto e docente universitario italiano.
Il Calendario “I Sabati della Pinacoteca” proseguirà infatti in novembre, in coincidenza della donazione e della mostra di Mimì Quilici Buzzacchi (Medole, 28 agosto 1903 – Roma, 16 giugno 1990), promossa dal Comune di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli, in collaborazione con la Wolfson Collection, Fondazione Palazzo Ducale di Genova.
Seguiranno quindi lezioni, conferenze e proiezioni relative alla prestigiosa famiglia dell’artista, dal focus su Nello Quilici giornalista e scrittore italiano (Livorno, 21 novembre 1890 – Tobruch, 28 giugno 1940) fino alla lezione magistrale su Folco Quilici, documentarista e scrittore italiano (Ferrara, 9 aprile 1930 – Orvieto, 24 febbraio 2018).

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Decolla il Calendario colligiano “I Sabati della Pinacoteca”

“I Sabati della Pinacoteca”

LA PINACOTECA TRA PATRIMONIO E DONAZIONI
Il senso della grafica
da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi

Calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019

PROMOSSO DAL COMUNE DI COLLESALVETTI

ideato e curato da Francesca Cagianelli

Pinacoteca Comunale Carlo Servolini
via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti

Sabato 22 settembre, ore 10.00-13.00, decolla alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini (via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti) il calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019, dal titolo “I Sabati della Pinacoteca”: La Pinacoteca tra Patrimonio e Donazioni. Il senso della grafica da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi, promosso dal Comune di Collesalvetti, ideato e curato da Francesca Cagianelli.
Tra le donazioni pervenute alla Pinacoteca Carlo Servolini rifulgono quelle relative a Vitaliano De Angelis e Mimì Quilici Buzzacchi, raffinato incisore il primo, affermatosi tuttavia in ambito nazionale con la sua scultura di formula classicheggiante; pittrice e xilografa la seconda, amica di Achille Funi e Carlo Socrate e protagonista di una prestigiosa saga familiare, tra vicende storiche, politiche e culturali che corrono dalla prima alla seconda guerra mondiale.
Da una parte 10 puntesecche, due tecniche miste e una scultura di Vitaliano De Angelis, dall’altra 4 xilografie, confluiranno nel patrimonio della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini grazie all’autorevole e pluriennale attività espositiva promossa dal Comunale di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli.
Numerosi gli interventi nell’ambito del Calendario 2018-2019, che vedranno, oltre che la partecipazione di Francesca Cagianelli, in qualità di Conservatrice della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, anche del critico d’arte Nicola Micieli, del Professor Stefano Alpini dell’Università degli Studi di Pisa, del Professor Vieri Quilici, architetto e docente universitario italiano.

1° puntata

Sabato 22 settembre 2018
APERTURA STRAORDINARIA IN OCCASIONE
DELLE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2018
Visite guidate gratuite a cura di Francesca Cagianelli

Ai visitatori saranno distribuiti in omaggio i cataloghi della Pinacoteca

in occasione della mostra
Vitaliano De Angelis 1916-2002
Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg
4 settembre-8 novembre 2018

2° puntata

Sabato 29 settembre 2018, ore 11.00
Conferenza di Nicola Micieli, critico d’arte
Vitaliano De Angelis e Giulio Guiggi
Dalla competizione alla partnership: il caso del Monumento al Villano

Ai visitatori saranno distribuiti in omaggio i cataloghi della Pinacoteca

APERTURA STRAORDINARIA
in occasione della mostra
Vitaliano De Angelis 1916-2002
Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg
4 settembre-8 novembre 2018

Sabato 20 ottobre 2018, ore 11.00
Conferenza di Francesca Cagianelli, conservatrice della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini
Attraverso le Chiese di Livorno: l’arte sacra di Vitaliano De Angelis

Ai visitatori saranno distribuiti in omaggio i cataloghi della Pinacoteca

APERTURA STRAORDINARIA
in occasione della mostra
Vitaliano De Angelis 1916-2002
Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg
4 settembre-8 novembre 2018

Il Calendario “I Sabati della Pinacoteca” proseguirà in novembre, in coincidenza della donazione e della mostra di Mimì Quilici Buzzacchi (Medole, 28 agosto 1903 – Roma, 16 giugno 1990), promossa dal Comune di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli, in collaborazione con la Wolfson Collection, Fondazione Palazzo Ducale di Genova.
Seguiranno quindi lezioni, conferenze e proiezioni relative alla prestigiosa famiglia dell’artista, dal focus su Nello Quilici giornalista e scrittore italiano (Livorno, 21 novembre 1890 – Tobruch, 28 giugno 1940) fino alla lezione magistrale su Folco Quilici, documentarista e scrittore italiano (Ferrara, 9 aprile 1930 – Orvieto, 24 febbraio 2018).

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

La Pinacoteca tra patrimonio e donazioni: e ora è la volta di Mimì Quilici Buzzacchi

“I Sabati della Pinacoteca”
Il senso della grafica da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi

Calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019
promosso dal Comune di Collesalvetti
ideato e curato da Francesca Cagianelli

Pinacoteca Comunale Carlo Servolini
via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti

Sabato 22 settembre, ore 11.00, decolla alla Pinacoteca Comunale Carlo Servolini (via Umberto I, n. 63 – Collesalvetti) il calendario culturale Autunno/Inverno 2018-2019, dal titolo “I Sabati della Pinacoteca”: La Pinacoteca tra Patrimonio e Donazioni. Il senso della grafica da Vitaliano De Angelis a Mimì Quilici Buzzacchi, promosso dal Comune di Collesalvetti, ideato e curato da Francesca Cagianelli.
Tra le donazioni pervenute alla Pinacoteca Carlo Servolini rifulgono quelle relative a Vitaliano De Angelis e Mimì Quilici Buzzacchi, raffinato incisore il primo, affermatosi tuttavia in ambito nazionale con la sua scultura di formula classicheggiante; pittrice e xilografa la seconda, amica di Achille Funi e Carlo Socrate e protagonista di una prestigiosa saga familiare, tra vicende storiche, politiche e culturali che corrono dalla prima alla seconda guerra mondiale.
Da una parte 10 puntesecche, due tecniche miste e una scultura di Vitaliano De Angelis, dall’altra 4 xilografie, confluiranno nel patrimonio della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini grazie all’autorevole e pluriennale attività espositiva promossa dal Comunale di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli.
Numerosi gli interventi nell’ambito del Calendario 2018-2019, che vedranno, oltre che la partecipazione di Francesca Cagianelli, in qualità di Conservatrice della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, anche del critico d’arte Nicola Micieli, del Professor Stefano Alpini dell’Università degli Studi di Pisa, del Professor Vieri Quilici, architetto e docente universitario italiano.

1° puntata

Sabato 22 settembre 2018
APERTURA STRAORDINARIA IN OCCASIONE
DELLE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2018
Visite guidate gratuite a cura di Francesca Cagianelli

in occasione della mostra
Vitaliano De Angelis 1916-2002
Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg
4 settembre-8 novembre 2018

2° puntata

Sabato 29 settembre 2018, ore 11.00
Conferenza di Nicola Micieli, critico d’arte
Vitaliano De Angelis e Giulio Guiggi
Dalla competizione alla partnership: il caso del Monumento al Villano

APERTURA STRAORDINARIA
in occasione della mostra
Vitaliano De Angelis 1916-2002
Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg
4 settembre-8 novembre 2018

Sabato 20 ottobre 2018, ore 11.00
Conferenza di Francesca Cagianelli, conservatrice della Pinacoteca Comunale Carlo Servolini
Attraverso le Chiese di Livorno: l’arte sacra di Vitaliano De Angelis

APERTURA STRAORDINARIA
in occasione della mostra
Vitaliano De Angelis 1916-2002
Simulacri della modernità dall’Atelier a Beaubourg
4 settembre-8 novembre 2018

Il Calendario “I Sabati della Pinacoteca” proseguirà in novembre, in coincidenza della donazione e della mostra di Mimì Quilici Buzzacchi (Medole, 28 agosto 1903 – Roma, 16 giugno 1990), promossa dal Comune di Collesalvetti, ideata e curata da Francesca Cagianelli, in collaborazione con la Wolfson Collection, Fondazione Palazzo Ducale di Genova.
Seguiranno quindi lezioni, conferenze e proiezioni relative alla prestigiosa famiglia dell’artista, dal focus su Nello Quilici giornalista e scrittore italiano (Livorno, 21 novembre 1890 – Tobruch, 28 giugno 1940) fino alla lezione magistrale su Folco Quilici, documentarista e scrittore italiano (Ferrara, 9 aprile 1930 – Orvieto, 24 febbraio 2018).

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized